SCHELETRO DEL SISTEMA MUSCOLARE

Spondilite anchilosante

espondinitisSpondilite anchilosante è una malattia reumatica infiammatoria immunomediata che colpisce movimento. La caratteristica di questa malattia è ossificazione con curvatura della colonna vertebrale, ma può anche interessare le articolazioni fuori della spina dorsale, in particolare gli arti inferiori e gli organi interni.

Il processo infiammatorio provoca dolore, rigidità e limitata funzione articolare. Il dolore severo può condurre all’infiammazione dei tendini.
Attualmente, spondilite anchilosante può anche essere affrontando le cause, per questo motivo, sono più importanti altri trattamenti per inibire dolore e l’infiammazione. In aggiunta alla terapia farmacologica, i principali trattamenti includono la terapia fisica, terapia fisica e, se necessario, la radioterapia. La crioterapia di tutto il corpo è diventata parte integrante del trattamento per determinate condizioni.

Il suo effetto è sufficientemente dimostrato.

La crioterapia corpo intero dovrebbe applicarsi nel contesto di un trattamento clinico (ingresso ad un centro), con sessioni di due volte al giorno, o tre processi di grande attività, per un periodo ottimale da due a tre settimane e l’esecuzione di valutazioni mediche del progresso del trattamento a intervalli di due o tre giorni.
anatomia con espondinitisCon un conseguente trattamento di solito è possibile avere un’inversione del processo infiammatorio, un rilievo o eliminazione del dolore, riduzione farmaci e un modesto miglioramento della mobilità articolare. In questo caso si può anche affermare che gli effetti di una serie di sedute di crioterapia sono rilevabili fino a due mesi dopo il trattamento, o talvolta addirittura sei mesi più tardi.
Intero corpo Crioterapia è particolarmente appropriato quando, come nel caso di spondilite anchilosante, la malattia sembra essere associato con psoriasi o infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn), malattie autoimmuni anche considerati.

Artrosi

artrosisOsteoartrite, malattia articolare degenerativa reumatica è diventata, insieme con malattia articolare infiammatoria reumatica, una delle principali aree di indicazioni di crioterapia corpo intero.

Ciò è dovuto a diversi motivi: l’artrosi è una malattia comune, soprattutto in età avanzata; Inoltre, al momento non è possibile offrire sulla base del trattamento stesso provoca, così, in questo caso, è intensificando la ricerca di trattamenti sintomatici efficaci; infine, la crioterapia Whole Body ha dato buoni risultati grazie al suo effetto sistemico. Questo è significativo sotto diversi aspetti, come raramente l’artrosi colpisce un solo comune, ma di solito diverse articolazioni soffrono (grandi e piccoli), per cui, in contrasto con la terapia locale, Corpo crioterapia L’intero ha il vantaggio di influenzare simultaneamente tutti i fuochi artrosici.

tratar artosisInoltre, grazie alle molteplici effetti spettrali componenti che rende anche retrocedono diversi fattori clinici della malattia. Un altro criterio che i supporti è che il loro effetto terapeutico (in relazione al dolore e l’infiammazione), spesso si estende per diversi mesi o più.

Osteoartrite sviluppa direttamente nella cartilagine articolare, partendo con crepe microscopiche progressivamente crescente, la cartilagine raschiato e vengono creati detriti muoversi liberamente dal giunto, essi possono anche staccare o strutture tissutali strappo e piccoli pezzi di cartilagine , cellule del tessuto di cartilagine danneggiata e rilasciare infiammatoria della pelle all’interno della capsula gonfia sostanze che, ancora affetti danno cartilagineo retroattivo.

artrosis de rodillaL’aspetto di questa usura è promosso da diversi fattori, riducendo il contenuto di acqua della cartilagine e la sua elasticità, l’assottigliamento strato e, limitazioni nella fornitura e la rimozione che si verificano con l’età, diminuendo la capacità di attutire gli urti. Permanente eccesso di peso nella persona sviluppa anche un ruolo particolare in articolazioni portanti come anca e ginocchio, con conseguente aumento della pressione cartilagine con conseguenti disturbi nutrizionali.

cartilagotessuto cartilagineo ha alcun apporto di sangue stesso, in modo che dovrebbe ricevere i nutrienti e ossigeno liquido sinoviale, che è formata nella membrana interna della capsula articolare. Avvenire questo tessuto cartilagineo processo deve avere un indice di pressione ottimale la cui condizione permanente porta ad uno stato cronico di mancanza di alimentazione di tessuto.

Tuttavia, altri fattori sono considerati notevolmente promuovere la malattia, come influenze ormonali (artrosi delle articolazioni delle dita nelle donne dopo la menopausa) o alterazioni parziale e cronica della funzione articolare causato da cattive posizioni, sforzi ripetitivi e movimenti articolari insufficienti.

In uno stadio avanzato, specialmente se l’artrosi è stata attivata da processi infiammatori, l’articolazione si gonfia e si riscalda in modo significativo.
Lo sviluppo dell’osteoartrosi è talvolta accompagnato da forti dolori causati da:

● Aumento della pressione sulle superfici articolari dell’osso coinvolto.
● Infiammazione della membrana interna della capsula articolare.
● Lo stiramento della capsula dell’articolazione attraverso il versamento articolare.
● Irritazione cronica delle strutture dei tessuti periarticolari (legamenti e tendini, ma anche muscolatura)

artrosis

Il dolore appare per lo più durante e dopo l’esercizio e diminuisce a riposo e di notte. Più tardi, tuttavia, c’è anche un dolore a riposo che si traduce in limitazioni del movimento.

La tendenza all’autoguarigione dell’osteoartrosi è molto limitata. Tuttavia, nella fase finale della malattia e di conseguenza del processo infiammatorio cronico e da danni alle ossa, può essere visualizzato “riparare il tessuto connettivo” che porta alla sostituzione parziale della cartilagine persa e quindi di la riduzione dei sintomi e il miglioramento della funzionalità.

In generale, la crioterapia di tutto il corpo può essere applicata a tutti gli stadi della malattia, tuttavia, laddove possibile, dovrebbe essere iniziata nella fase iniziale, in cui la cartilagine, sebbene limitata, continua a mantenere la sua funzionalità.
I principi terapeutici dell’applicazione del freddo in tutto il corpo sono riconoscibili dal meccanismo di formazione dell’osteoartrite sopra descritto. Questi sono:

● L’aspetto del dolore.
● Il processo infiammatorio.
● Insufficienza funzionale dei gruppi muscolari vicino alle articolazioni.

Anche se il dolore dell’osteoartrosi dipende da diversi fattori nocivi, le sessioni di freddo di tutto il corpo permettono di combattere efficacemente questo dolore e di aprire il blocco causato dalle articolazioni. Questo migliora le condizioni per continuare con la terapia fisica passiva e attiva, anche se il paziente deve garantire che l’assenza di dolore raggiunto in tempi relativamente brevi senza droghe non ti incoraggiano a fare esercizi che producono lo stress (pressione) eccessiva. È importante trovare, con l’aiuto di un terapeuta, un ragionevole punto medio di attività per migliorare l’apporto di nutrienti cartilagine normalizzando la pressione del giunto aumentare ulteriormente la gamma di movimento stimola la fornitura di cellule della cartilagine.

Simile al livello di pressione, è anche necessario un certo grado di viscosità del liquido sinoviale per mantenere l’equilibrio metabolico della cartilagine articolare.

artrosis articularIn questo senso, la crioterapia Whole Body presenta un vantaggio rispetto all’applicazione locale del freddo convenzionale; La crioterapia è una breve terapia, e solo tangenzialmente o per un breve periodo tocca gli strati più profondi del tessuto e lo spazio interno dell’articolazione, quindi, non influisce negativamente sulle proprietà di fluidità del liquido sinoviale.

Come per il dolore, il freddo applicato a tutto il corpo riduce efficacemente il riscaldamento e il gonfiore, entrambi i segni di infiammazione. Ciò significa che il processo infiammatorio è considerato terapeutico in tutta la sua complessità.

Gran parte del disagio dell’osteoartrosi è dovuto al fatto che il processo della malattia colpisce i muscoli e il tessuto connettivo. Ecco perché, per esempio, il peso eccessivo delle articolazioni malate causato dal dolore non solo porta a cambiamenti nella propriocezione nelle stesse articolazioni, ma anche nei tendini e nei gruppi muscolari periarticolari. Tuttavia, è essenziale ricevere informazioni nervose regolari da queste aree per il corretto funzionamento delle contrazioni muscolari in generale e per il senso di equilibrio. Come risultato di impulsi afferenti disturbati, i disturbi di coordinazione si verificano insieme all’instabilità quando si cammina.

processi articolari distruttivi provocano un aumento del rilascio di sostanze infiammatorie e dolore promozione o mediare, specialmente prostaglandine, bradichinina e serotonina, così come l’attivazione o sensibilizzazione dei nocicettori, inoltre, il sistema nervoso autonomo provoca una “situazione riflessogena simpaticotonica” causando disturbi circolatori del muscolo interessato e del tessuto connettivo, di conseguenza, essi appaiono tensioni muscolari difesa e un accorciamento di questi tessuti.

La crioterapia di tutto il corpo non sostituisce completamente altri trattamenti per l’osteoartrite provata, dovrebbe sempre essere parte di un concetto terapeutico globale (terapia farmacologica, chinesioterapia direttamente dopo sessioni a freddo, tecniche di de-toning muscolare, trattamento chirurgico).
Come per le malattie infiammatorie reumatiche delle articolazioni, anche nel caso dell’osteoartrosi può essere considerato con il medico ridurre o sospendere (temporaneamente) la terapia medica se si ottengono successi terapeutici con la crioterapia.

Sindrome della colonna vertebrale

Un altro gruppo relativamente ampio di indicazioni per la crioterapia del corpo intero è composto da sindromi della colonna vertebrale, in particolare della colonna cervicale e lombare. Questi sono così comuni che termini come “lesione del disco”, “lombalgia” o “sciatica” non ci sono sconosciuti, ma sono considerati quasi come parte della nostra vita.
Riassunte sotto il termine “dolore”, questi disturbi sono causati in gran parte da alterazioni degenerative dei dischi intervertebrali e faccette articolari, tuttavia, i muscoli e legamenti che servono come apparato di supporto e di fissaggio della colonna vertebrale anche possono essere influenzati somaticamente o funzionalmente. Una miogeosi muscolare dolorosa (o causata dal dolore) appare come un riflesso agli impulsi forti (afferenti) dei nocicettori nell’area della colonna vertebrale.

Nella sua origine, e anche in parallelo con i cambiamenti degenerativi, troviamo processi infiammatori.

Il “mal di schiena” ha una forte tendenza a diventare un disturbo cronico e porta a inattività fisica, stress del sistema motorio e sintomi depressivi reattivi.

Il trattamento a freddo può completare in modo efficace le terapie standard, a volte addirittura sostituirle. La tensione muscolare della malattia diminuisce (riduzione degli impulsi nocicettivi). Applicando la crioterapia in tempo e in combinazione con gli interventi comportamentali, è possibile prevenire efficacemente che il disturbo diventi cronico. Nelle sindromi dolorose dopo la chirurgia della colonna vertebrale, la Crioterapia Full Body fornisce risultati convincenti, anche nelle sindromi della congestione della colonna vertebrale, l’effetto terapeutico è sufficiente. La pressione del dolore nell’apparato legamentoso del bacino diminuisce e la dolorosa tensione muscolare si riduce.

In generale, per il trattamento delle sindromi della colonna vertebrale, si consiglia un’applicazione fredda in serie fino a 20 sessioni.

Tendinopatie

Tendinopatie, malattie degenerative del tessuto connettivo dei tendini (gomito tennis, tendinite, dolore al tallone) sono favorite da sovraccarico cronico e generalmente rispondono molto bene al corpo intero crioterapia.

Il dolore in movimento correlato a questi disturbi, a volte molto gravi, diminuisce dopo 15-20 sessioni di trattamento, tuttavia, occorre prestare attenzione per evitare di fare grandi sforzi troppo presto, prendersi cura di sé e gli sforzi reincorporanti gradualmente sono i trattamenti aggiuntivi appropriati.